La sinovite dell’anca

La sinovite dell’anca

Quando un bambino presenta un dolore improvviso all’anca tanto da rifiutarsi di camminare o di appoggiare la gamba a terra, la causa più frequente è la sinovite transitoria dell’anca. La sinovite aspecifica dell’anca o sinovite transitoria dell’anca è un’affezione che si presenta molto frequentemente in età pediatrica, affligge piu’ frequentemente i bambini tra i tre e i nove anni. L’ipotesi più accreditata è che si verifichi a distanza di 10-15 giorni da un episodio febbrile o di infezione delle alte vie aeree come evento satellite, tanto da venir chiamata anche il “raffreddore dell’anca “. 

Attraverso la via ematica una colonia batterica o virale può arrivare a localizzarsi a livello dell’articolazione coxo-femorale e dar luogo ad una infiammazione con versamento articolare e dolore con impotenza funzionale.

Un’articolazione è costituita da due capi ossei ricoperti da una membrana, chiamata “sinovia”, che si muovono all’interno di una capsula fibrosa. Lo scivolamento delle due ossa è favorito dalla presenza di un liquido che funziona come un lubrificante (liquido sinoviale). Se la membrana sinoviale si infiamma (sinovite), aumenta la produzione del liquido e soprattutto lo sfregamento dei due capi ossei tra di loro provoca un intenso dolore. La sinovite transitoria dell’anca riguarda la membrana che ricopre la testa del femore (l’osso lungo della coscia) e la cavità ossea del bacino dove si articola. . La sinovite transitoria, in quanto tale però, si esaurisce e si risolve in un periodo di 7-10 giorni con riposo e terapia antinfiammatoria( Paracetamolo o Ibuprofene ).

Nel caso in cui si tratti, invece, dell’esordio di una malattia, è chiaro che la risoluzione non avverrà. È corretto quindi dapprima monitorare il versamento endoarticolare con un’ecografia per verificare a distanza di tempo la riduzione della falda, riservando ad una seconda fase, qualora la sintomatologia non si risolvesse, gli accertamenti di secondo livello come esami ematici, Rx, risonanza magnetica, etc. Il fenomeno può ripetersi a distanza di tempo in uno stesso soggetto poiché è facile pensare che esistano bambini più predisposti di altri a sviluppare tale tipo di infiammazione.

marco

I commenti sono chiusi