Dieta ipercalorica e poco movimento, un bambino su tre è in sovrappeso

da doctor33.it

In Italia quasi un bimbo su 3 è sovrappeso, e il 9,4% è obeso È quanto emerge dai dati della sorveglianza ‘Okkio alla salute’ coordinata dall’Istituto superiore di sanità, che per migliorare gli stili di vita dei giovanissimi lancia una campagna social rivolta ai bambini in età scolare e alle loro famiglie. ‘La salute si costruisce da piccoli’ è il titolo e il messaggio dell’iniziativa, prevede la divulgazione social, in appuntamenti cadenzati ogni 10-15 giorni, di 9 video, 74 pillole informative, 3 infografiche e 2 video-panoramiche su alimentazione, attività fisica, sedentarietà ed eccesso ponderale, e 9 schede informative con approfondimenti su colazione (un bimbo su 10 non la fa e quasi 4 su 10 la sbagliano), mobilità attiva (solo un bambino su 4 va a scuola a piedi o in bicicletta), merenda (più della metà dei bimbi la fa troppo abbondante a metà mattina), attività motoria a scuola (quasi la metà delle classi non svolge le 2 ore di esercizio fisico raccomandate), corretta alimentazione (il 29% dei piccoli è ‘XL’), consumo di frutta e verdura (un bambino su 4 non le consuma ogni giorno), movimento (un bimbo su 5 non lo fa quotidianamente), consumo d’acqua (un bambino su 4 beve ogni giorno bibite zuccherate e gassate) e sedentarietà (quasi la metà dei bimbi passa più di 2 ore davanti a Tv o a videogiochi, tablet e cellulari).

Leggi tutto

Sigarette elettroniche e fumo passivo, evitarli in casa se ci sono bambini

da doctor33.it

La Società italiana per le malattie respiratorie infantili (SIMRI) dal suo congresso nazionale appena conclusosi a Palermo, lancia un nuovo l’allarme sui potenziali rischi delle sigarette elettroniche, specie nei giovanissimi.
È già noto che lo “svapo”, l’inalazione del fumo elettronico, è un fattore di rischio indipendente per bronco-ostruzione e tosse: a tale proposito è stato da poco pubblicato su Thorax il primo studio che dimostra un’associazione diretta tra fumo passivo da sigaretta elettronica contenente nicotina e rischio di sintomi respiratori come dispnea o bronchite in un campione oltre 2000 adolescenti e giovani adulti.

«Nonostante il dato fosse atteso, visto che erano già stati segnalati composti tossici come PM2,5 o PM10, nicotina e prodotti organici volatili nell’aria delle case degli utilizzatori di e-cig, queste evidenze confermano la necessità di non usare e-cig in casa, specie in presenza di bambini e adolescenti»

Leggi tutto

Suicidio e “morte sociale”( hikikomori ) sempre comuni tra i giovani in Italia

da doctor33

Durante la sedicesima edizione del Congresso Scientifico Nazionale PEDIATRI DI FAMIGLIA si è parlato di suicidio tra i giovani e di quel fenomeno noto come “hikikomori”. «Ogni giorno nel nostro Paese una ragazza o un ragazzo, adolescente, ma anche pre-adolescente, tenta il suicidio. L’incremento dei casi, negli ultimi due anni è del 75%» ha affermato Antonio D’Avino, Presidente della Federazione Italiana Medici Pediatri, aggiungendo come ragazze e ragazzi di oggi vivano ansia, depressione e mancanza di senso.

Oltre alla morte fisica però si parla anche della morte sociale. In quest’ultimo caso ci si riferisce ai cosiddetti hikikomori. Hikikomori è una parola utilizzata per indicare le persone che si ritirano dalla vita sociale per periodi che possono durare pochi mesi ma anche molti anni. Gli hikikomori, un termine giapponese che letteralmente significa “stare in disparte”, hanno soprattutto tra i 14 e i 30 anni e sono per lo più maschi. Questi giovani, il cui numero in Italia raggiunge i circa 100.000, si isolano da tutto e tutti, si barricano all’interno delle proprie abitazioni, chiudendo i contatti con il mondo esterno, spesso perfino con gli stessi genitori.

Leggi tutto