Categoria articoli relazionali

Dal virus sinciziale alla scoliosi: ecco perché bambini e bambine sono diversi in salute

da dire.it

Diversi sin dalla nascita. Maschi e femmine non sono uguali di fronte alla salute e le differenze riguardano sia la prevalenza di patologie, sia la risposta alle terapie, sia la prognosi. Alcune diversità si manifestano già nelle prime età della vita, altre diventano più evidenti dopo la pubertà e in età adulta. Così la bronchiolite, malattia infettiva dovuta in prevalenza al virus respiratorio sinciziale (Rsv) che colpisce i bambini sotto i 2 anni, ha un’incidenza più elevata nei maschi, che hanno anche un rischio del 50% più alto di sviluppare una forma grave rispetto alle femmine. Ma la possibilità di andare incontro alla pubertà precoce è da 10 a 20 volte superiore nelle bambine rispetto ai bambini. E se la scoliosi ha una prevalenza sino a 7 volte maggiore nelle ragazze, i disturbi dello spettro autistico sono 4 volte più frequenti nei maschi.

Per aiutare i genitori a orientarsi la Società italiana di pediatria, in occasione del 77° Congresso italiano di pediatria, in corso a Sorrento, ha diffuso la prima Guida sulle differenze di genere nell’infanzia e nell’adolescenza. “Nel 2019 la Sip ha creato un gruppo di studio sulla medicina di genere in pediatria con l’obiettivo di promuovere un nuovo approccio alla medicina, dal neonato all’età adolescenziale, che ponga una maggiore importanza alle differenze determinate dal sesso e dal genere. Numerose sono le patologie anche in ambito pediatrico in cui si osservano differenze tra i due sessi: conoscerle può migliorare la prevenzione, la prognosi e ridurre le complicanze”, spiega la presidente Sip Annamaria Staiano.

Leggi tutto

Parolacce e volgarita’ : come comportarsi

da bambinopoli.it

Le sentono a scuola, in televisione o su YouTube, dai fratelli più grandi. Parolacce, volgarità, allusioni sessuali girano sulla bocca dei bambini. Come comportarsi?

Che le diciate o no, che siate sempre stati molto rigidi in merito o no, le parolacce prima o poi entreranno in casa vostra, presenti nei discorsi e nelle espressioni ei bambini che le sentono a scuola, le imparano in televisione o su YouTube, le ereditano dai fratelli più grandi.

Non serve stupirsene e non occorre essere ipocriti: le volgarità fanno parte della società da sempre e per i più piccoli rappresentano da un lato un terreno di emoluzione, dall’altro di sfida contro i genitori e gli insegnanti, dall’altro ancora di fascino verso il proibito.
È importante, quindi, di fronte a un bambino che dice parolacce , sapere come comportarsi, per non alimentare questo meccanismo e al contempo per bloccare sul nascere un comportamento poco educato.

Leggi tutto

Il decalogo dei pediatri: ecco come gestire a casa i bambini positivi al Covid

da  ilsole24ore.com

Il decalogo dei pediatri con i consigli per gestire a casa bambini e adolescenti positivi al Covid. Sono ormai centinaia di migliaia i casi di Covid che hanno interessato bambini e adolescenti nelle ultime settimane, anche per la corsa della variante Omicron. Una diffusione rapida che ha spinto il Tavolo tecnico Malattie infettive e vaccinazioni della Società italiana di pediatria a riunire in un decalogo come gestire correttamente bambini o adolescenti positivi.

Le dieci regole per aiutare i genitori

Dieci regole pratiche «per aiutare i genitori a tenere lontane le ansie inutili, ma anche per evitare i rischi del “fai da te” e la somministrazione impropria di antibiotici antinfiammatori, ricordando sempre per ogni dubbio di far riferimento al proprio pediatra/medico di fiducia», spiegano alla Sip.

Leggi tutto