La Broncopolmonite

La Broncopolmonite

dal sito mammaepapa.it

La broncopolmonite indica un processo infiammatorio diffuso del polmone che coinvolge più lobi (regioni) polmonari, oltre al concomitante interessamento bronchiale. Essa riconosce numerose cause infettive (batteri, virus, funghi, parassiti) oppure tossiche (inalazione od aspirazione). La causa più comune di polmonite o broncopolmonite nei bambini è un’infezione virale, spesso ripetuta soprattutto in bambini con basse difese immunitarie. Le infezioni batteriche, invece, rappresentano solo il 10-30%. I batteri in causa sono diversi a seconda dell’età infantile considerata sebbene, a parte l’età neonatale, i più frequenti siano il pneumococco, lo stafilococco, l’emofilo, la clamidia ed il micoplasma. Tra i virus sono da segnalare il Virus Respiratorio Sinciziale (VRS), l’adenovirus, il virus influenzale e quello parainfluenzale.
 

La presentazione clinica nelle polmoniti virali e batteriche è solitamente differente, anche se variabile nei diversi pazienti. In linea di massima, le polmoniti virali si manifestano più spesso con tosse, sibili, stridore; la febbre è meno frequente che nelle forme batteriche; manca la leucocitosi (N.d.R.: aumento dei globuli bianchi del sangue) poiché vi è, infatti, prevalenza di linfociti; la radiografia del torace dimostra infiltrati diffusi, lineari. Le polmoniti batteriche sono, tipicamente, caratterizzate da tosse, febbre elevata, dispnea; si associano a leucocitosi marcata ed a reperti auscultatori e radiografici di consolidamento polmonare. Comunque, la distinzione clinica tra le due forme non è sempre agevole, perché molte forme di polmonite hanno caratteristiche intermedie tra le due presentazioni tipiche descritte. Nella maggior parte dei casi l’episodio, con adeguata terapia che si basa sull’uso di antibiotici e di sintomatici per aerosol si risolve rapidamente e completamente nel giro di un paio di settimane. La maggior parte dei bambini può essere trattata ambulatoriamente. Una piccola percentuale di pazienti con broncopolmonite richiede, invece, l’ospedalizzazione, e le indicazioni per tale soluzione sono: la compromissione respiratoria medio-grave; la mancata risposta alla terapia antibiotica per via orale o l’incapacità ad assumere antibiotici a causa di vomito od intolleranza; il consolidamento polmonare lobare multiplo; una concomitante patologia cardiaca o polmonare; l’empiema pleurico o l’ascesso polmonare

marco

I commenti sono chiusi