la Shoa nei libri per i bambini

la Shoa nei libri per i bambini

Da bambinopoli.it

 Il racconto sulla Shoah, su quanto accaduto 80 anni nella civilissima ed evoluta Europa, dovrebbe iniziare già nella scuola Primaria. I libri sono validi strumenti a supporto di insegnanti e genitori per iniziare i più piccoli al tema. 

Il Giorno della Memoria, che come ogni anno cade il 27 gennaio, è una buona occasione per guidare i bambini in un percorso di apprendimento che permetta loro di avere gli strumenti per ‘non dimenticare’ e comprendere a pieno quello che è successo.

LA SHOAH SPIEGATA AI BAMBINI

Di Paolo Valentini e Chiara Abastanotti
Edizioni Becco Giallo, 2016
Dai 6 anni in su

Uno strumento didattico per iniziare i bambini al racconto sulla Shoah: Nella Bottega di una sarta chiamata Nuvoletta Gentile, Bottoni, Fili di Seta, Aghi, Ditali, Spille e Tessuti lavorano in armonia per realizzare splendidi abiti da sposa. Fino all’arrivo del nuovo sindaco, il Generale coi Baffi, che impone le sue leggi crudeli a tutti gli abitanti del Piccolo Villaggio. 

IL COMMERCIANTE DI BOTTONI
Di Erika Silvestri
Edizioni Rizzoli, 2007
Dai 10 anni

Erika non ha vissuto l’Olocausto. Il racconto di Piero Tarracina, però, più vecchio di lei di 58 anni, l’ha segnata a fondo. Erika decide di approfondire, diventa amica dell’anziano signore che a 15 si è ritrovato a lottare nell’Interno di Auschwitz dopo che la sua famiglia era stata denunciata. Ne nasce un libro. Un libro duro e al contempo intriso di tenerezza, amore, speranza. Piero è sopravvissuto. La sua famiglia no.  

OTTO. AUTOBIOGRAFIA DI UN ORSOCCHIATTO
Di Tomi Ungerer
Edizioni Mondadori, 2018
Da 6 a 9 anni

La tragedia del popolo ebraico raccontata attraverso i ricorddi di un orsacchiotto, Otto. Il giocattolo preferito di due bambini che soltano la cattiveria e la follia dell’uomo poterono dividere. Una storia tenera, adatta anche ai più piccoli, che non perde di vista, però, l’obiettivo: lasciare una traccia di ciò che è successo.

LE VALIGIE DI AUSHWITZ
Di Daniela Palumbo
Edizioni Piemme, Il Battello a Vapore, 2011
Dai 9 anni

Protagonisti del libro 4 ragazzini ebrei, ciascuno con la propria storia, ciascuno con il proprio fardello nel cuore. Tutti e 4, in posti e situazioni diverse, si ritrovano a dover fare i conti con le leggi razziali, con la morte, con il senso della perdita, con la fuga. 4 storie che ne racchiudono una sola: quella tragica che ha accomunato tutto un popolo negli bui del nazismo/fascismo.

LA BAMBINA DEL TRENO
Di Lorenza Farina
Edizioni Paoline, 2010
Dagli 8 anni

La storia di 2 bambini e di 2 madri è l’occasione per mostrare due punti di vista diversi sull’Olocausto ai più piccoli. Non è facile, infatti, raccontare quello che è successo a chi non l’ha vissuto. A chi non c’era. Questo libro cerca di farlo. Senza mai perdere di vista la consapevolezza di come una simile storia possa essere presentata.

IL VOLO DI SARA
Di Lorenza Farina
Edizione Fatatrac, 2017
Dai 6 anni

La storia dell’amicizia tra una bambina e un piccolo pettirosso che vive all’interno di un campo di concentramento.
Il pettirosso decide di portare con sé la piccola per sottrarla al suo terribile destino, perché persino un minuscolo uccellino sa che la Shoa è una cosa troppo crudele per una bimba.

LA PORTINAIA APOLLONIA
Di Lia Levi
Edizione Orecchio Acerbo, 2005
Dai 5 agli 8 anni

Daniel è ebreo. Vive in una città occupata dai nazisti. Il padre non c’è. La mamma lavora chiusa in casa a causa delle leggi anti-ebraiche e lui è costretto tutti i giorni a correre e fare la fila per comprare da mangiare. Apollonia, invece, è una portinaia, ha gli occhiali spessi, gli occhi grigi e Daniel ne è completamente soggiogato, convinto di ritrovarsi in presenza di una strega. Quando, però, un giorno la mamma non risponde al citofono e lui si ritrova sospinto in una fredda e buia cantina, trasportatovi quasi di peso dall’arcigna portinaia, finalmente, comprende la verità.

IL GELATAIO TIRELLI
Di Tamar Meir
Edizioni Gallucci, 2018
Dai 6 anni

Un’altra storia vera vissuta in prima persona dal suocero dell’autrice che ha deciso di raccontarla in modo da farla conoscere a tutti. Il protagonista della storia è un gelataio di Budapest che decide di aprire una gelateria per dare un senso alla sua grande passione per il gelato. Quando, però, vengono varate le leggi antisemitiche e i negozi ebraici sono costretti a chiudere, il gelataio decide di fare qualcosa per il suo popolo. Una storia di coraggio, amicizia e speranza, sempre e comunque, nella bontà dell’essere umano.

LA PERFIDA ESTER
Di Lia Levi
Edizioni Mondadori Junior, 2017
Da 6 a 9 anni

Una storia vera che racconta le vicende realmente accaduta in una scuola italiana negli anni tra il 1941 e il 1943, durante il periodo delle leggi antisemitiche promulgate dal fascismo. La scuola non più come luogo di apprendimento, amicizie e risate, ma fonte di paura e incertezza per il futuro.

 

 

Dadah

I commenti sono chiusi