Home

Associazione tra dermatite atopica e Disturbi dell’Apprendimento

da quotidianosanita.it

Due studi pubblicati da JAMA Dermatology hanno fatto emergere correlazioni tra dermatite atopica (AD), problemi nell’apprendimento e performance scolastiche peggiori nei giovani.

Nel primo studio, Joy Wan e colleghi, della Perelman School of Medicine della University of Pennsylvania di Philadelphia, hanno analizzato i dati relativi a oltre 2.000 adolescenti con dermatite atopica (età mediana, 16 anni; 54% di sesso femminile al follow-up di 10 anni). Tra questi, l’8,2% aveva ricevuto diagnosi di un disturbo dell’apprendimento.

Rispetto alle controparti, i soggetti con un disturbo dell’apprendimento avevano maggiori probabilità di presentare dermatite atopica in forma più grave, come calcolato in base al punteggio mediano sulla scala Patient-Oriented Eczema Measure (POEM) (5 vs 2); alla categoria di gravità in POEM (Dermatite atopica moderata: 29,8% vs 17%; da grave a molto grave: 8,9% vs 4,5%) e all’auto-segnalazione (Dermatite atopica moderata: 29,2% vs 20,7%; grave: 6,5% vs 3,4%). Maggiori informazioni

La tosse da irritazione

da mammaepapa.it

La tosse è un sintomo che si riscontra frequentemente nei bambini e che può essere riconducibile a molteplici cause. Solitamente si associa a patologie a carico dell’apparato respiratorio, tuttavia è importante ricordare che anche alcune condizioni patologiche a carico di altri apparati (gastroenterico, per esempio, come accade nel reflusso gastro-esofageo) sono in grado di provocarla.

La tosse rappresenta un importante meccanismo di difesa, molto sensibile nei confronti delle aggressioni che le vie respiratorie possono subire quando vengono a contatto con stimoli potenzialmente nocivi: lo dimostra l’elevato numero di recettori che sono in grado di scatenare questo riflesso e che si trovano, oltre che a livello della laringe, della trachea e dei bronchi, anche in altre strutture come la parte posteriore della faringe, il condotto uditivo esterno, l’esofago, il diaframma, la pleura, il pericardio (la sottile membrana che circonda il cuore) ed altre ancora Maggiori informazioni

Tre ragioni per cui i bambini non dovrebbero mai saltare la colazione

da bambinopoli.it

Alzi la mano chi per colazione beve un caffè e via.
E alzino la mano quei genitori con figli che al mattino si limitano a sorseggiare un po’ di latte o tè e nulla più.

Eppure la colazione è un pasto importante della giornata, alcuni dicono addirittura il più importante, con effetti positivi per la salute sia per gli adulti che per i bambini.
Saltare la prima colazione, quindi, non solo è sbagliato, ma sarebbe anche dannoso per il benessere con effetti a breve e lungo termine anche importanti.
Ecco almeno 3 ragioni per abituarsi, al mattino, a sedersi a tavola e prendersi il tempo di mangiare, dando al primo pasto della giornata il ruolo che merita. Maggiori informazioni