Home

Poco sonno nell’infanzia può avere un impatto negativo persistente sullo sviluppo cognitivo

da doctor33.it

 

Nei bambini in età scolare che dormono meno di nove ore a notte si osservano differenze significative in alcune regioni del cervello responsabili della memoria, dell’intelligenza e del benessere rispetto a quelli che dormono dalle nove alle 12 ore per notte. In altri termini, tali differenze sono correlate a una maggiore frequenza di disturbi della salute mentale come depressione, ansia e comportamenti impulsivi, oltre a difficoltà cognitive con la memoria, la risoluzione dei problemi e il processo decisionale.
Questo è quanto conclude su The Lancet Child & Adolescent Health uno studio svolto dai ricercatori della University of Maryland School of Medicine (UMSOM) a Baltimora. «L’American Academy of Sleep Medicine raccomanda che per promuovere una salute ottimale i bambini tra 6 e 12 anni dormano regolarmente dalle 9 alle 12 ore, ma finora non c’erano dati sulla correlazione tra impatto a lungo termine del sonno insufficiente e sviluppo neurocognitivo nei preadolescenti»

Leggi tutto

Vespa Orientalis: tutto quello che c’è da sapere

da bambinogesu.it

La Vespa Orientalis è un insetto che fa parte dell’ordine degli imenotteri diffuso nel Sud Est Europeo, in Medio Oriente e in Madagascar. Tuttavia, a causa dell’aumento delle temperature, la Vespa Orientalis ha iniziato a diffondersi in molte altre aree, tra cui l’Italia (soprattutto nel Lazio, in Toscana, in Liguria e in Friuli Venezia Giulia).

Sebbene abbia un comportamento simile al calabrone europeo, questo imenottero ha un aspetto più snello che ricorda una vespa “classica”; ha una lunghezza di circa 3 cm, un colore rosso e delle bande di colore giallo.

Così come i calabroni, questo insetto crea i suoi nidi nel terreno, altre volte negli anfratti come possono essere le cavità degli alberi, case abbandonate. Le colonie che si vengono a creare si riproducono in primavera ed estate fino a raggiungere grandi dimensioni a inizio autunno.

Inoltre, la Vespa Orientalis è attratta dagli avanzi di cibo che si trovano all’aperto o in luoghi facilmente raggiungibili.

Come gli altri imenotteri, presenta un pungiglione connesso a ghiandole che contengono un veleno che, al momento della puntura, viene rilasciato nella cute. Leggi tutto

Scuola e misure anti Covid: le nuove regole in 10 domande e risposte

dailsole24ore.com

Come cambiano le regole sulla quarantena?

In base alla nuova circolare emanata dal ministero della Salute per i casi che sono sempre stati asintomatici oppure sono stati dapprima sintomatici ma risultano asintomatici da almeno due giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5, anziché gli attuali 7.

Resta l’obbligo del tampone per uscire dall’isolamento?

Sì, resta la necessità di presentare un test negativo antigenico o molecolare, che risulti negativo, al termine del periodo d’isolamento. Non è passata la linea di alcune Regioni che chiedevano di abolire l’obbligo di tampone.

A quanto si riduce il periodo massimo di isolamento?

In caso di «positività persistente», si potrà interrompere l’isolamento «al termine del 14esimo giorno dal primo tampone positivo».

 

Leggi tutto