Le Otiti estive nei bambini

L’otite è un’infiammazione del condotto uditivo e i bambini sono più predisposti perché anatomicamente la struttura del loro orecchio è più corta rispetto a quella degli adulti, la tuba di Eustachio ha una disposizione orizzontale e non obliqua come quella degli adulti; ne consegue quindi un difficoltoso drenaggio delle secrezioni verso l’esterno.

Le cosiddette “otiti estive” si chiamano tecnicamente otiti esterne funginee, comunemente dette “otiti del nuotatore”, e sono caratterizzate da forti dolori all’orecchio (talvolta ad entrambi), sensazione di ovattamento e sordità.

Sono per lo più dovute ad un’infezione della cute che riveste il condotto uditivo esterno e la membrana timpanica come conseguenza, in genere, di bagni prolungati, elevata umidità, utilizzo improprio dei cotton fioc, contaminazioni batteriche delle aree balneari, clima caldo e umido, aria condizionata, eccessiva sudorazione, formazione di funghi nelle piscine.Sono, quindi, molto diffuse, soprattutto nei bambini, durante i mesi estivi quando i piccoli trascorrono in acqua la maggior parte del loro tempo tra tuffi, immersioni, giochi senza fine sott’acqua.

Maggiori informazioni

La Mastoidite

La mastoidite è l’infiammazione della mastoide, la regione ossea (detta anche apofisi mastoidea) che si palpa facilmente dietro al padiglione auricolare. E’ di solito preceduta da un’otite, di cui rappresenta una complicanza temibile. È comunque una evenienza molto rara, soprattutto in relazione alla notevole frequenza di otiti medie acute che si verificano nell’infanzia.

La regione della mastoide infiammata può diventare edematosa, arrossata e dolente alla pressione; la sua infiammazione è molto pericolosa, in quanto può portare alla meningite o all’ascesso cerebrale.

L’edema può addirittura spingere in avanti il padiglione auricolare.

 

Maggiori informazioni