Archivia 2019

Cos’è l’Elettrocardiogramma o Ecg ?

da ilpediatraonline.it

È un esame strumentale che permette di registrare l’attività elettrica del cuore su una speciale carta millimetrata.

Non è un esame invasivo, è rapido, di semplice esecuzione… e sicuramente non è doloroso!

Vengono applicati degli elettrodi (braccialetti e/o piccoli adesivi) sulle braccia, sulle gambe e sul torace del bambino.

Gli elettrodi sono collegati tramite cavi all’elettrocardiografo che registra e stampa i segnali ricevuti.

Lo screening cardiologico, che comprende appunto elettrocardiogramma e visita cardiologica, è fondamentale per la diagnosi delle aritmie neonatali e pediatriche. Fornisce, infatti, molte informazioni sul il ritmo cardiaco e le sue anomalie (cioè le aritmie) e sulla funzionalità del cuore. Inoltre, permette di individuare segni e sintomi indiretti di cardiopatia congenita. Maggiori informazioni

La Tosse nel bambino

da www.meyer.it

È un disturbo che, nelle sue varie modalità di espressione, è fonte di seria preoccupazione per i genitori. Vorrei sottolineare che la tosse non è una malattia, ma un sintomo molto frequente nell’infanzia. Interessa infatti un quarto dei bambini in età scolare e prescolare e quando è associata alle comuni malattie virali e/o da raffreddamento non è un motivo di allarme. Solo in un numero di casi molto limitato può essere la spia di un’importante patologia acuta dell’apparato respiratorio (bronchite, broncopolmonite, asma bronchiale). In questi casi si accompagna, di solito, a uno stato di salute generale più o meno compromesso e ad altri sintomi specifici che indirizzano verso una diagnosi e una terapia appropriata. In altri casi, ancora più rari, quando la tosse dura più di 4-8 settimane si delinea il quadro di tosse persistente o cronica con rilevante disturbo della vita del bambino Maggiori informazioni

Dispositivi anti-abbandono : quali caratteristiche ?

da bambinopoli.it

L’obbligo di dotare i seggiolini auto di dispositivi antiabbandono scattato il 7 novembre 2019 è stato accolto con numerose polemiche sia da parte dei genitori, impreparati a rispondere prontamente alla disposizione, sia da parte dell’associazione consumatori per la poca chiarezza nelle informazioni relative alle loro caratteristiche.

COSA DICE LA LEGGE

I dispositivi antiabbandono sono obbligatori per legge per il trasporto di tutti i bambini fino a 4 anni di età a partire dal 7 novembre 2019. Date, però, le proteste dei genitori e dell’associazione consumatori, la ministra Paola De Micheli sta studiando in quale decreto inserire l’emendamento per permettere a tutti di adeguarsi alla normativa. Maggiori informazioni